Lucia Orsetti: i miei primi 90 anni

 
 

La famiglia secondo David Lynch

 

Richiesta di una certa urgenza

Vi scrivo con una certa urgenza per chiedere se siete a conoscenza di qualcuno che sia disposto ad affittare uno o più appartamenti per quattro o cinque persone che da tempo stanno cercando, inutilmente, una soluzione abitativa.

Si tratta di ragazzi, molto in gamba, di un’associazione di mutuo aiuto, “Diaspora africana”, di cui molti di voi mi hanno già sentito parlare (qui un'intervista che ho raccolto un anno fa: https://lestradedelmondo.org/lavoro-di-comunita/le-diaspore-iniziano-a-organizzarsi/)

Soggiornano regolarmente in Italia, hanno un buon contratto, sono affidabili e si stanno facendo conoscere per alcune belle iniziative di solidarietà. Tra cui un progetto a mio avviso molto interessante, di cui è sostenitore anche il vescovo don Erio Castellucci, proprio sul tema della casa, che tenterà di far fronte alle difficoltà che molti cittadini stranieri hanno nel trovare una casa dignitosa in cui stare.

Nel frattempo alcuni di loro hanno urgenza di trovare un alloggio a Modena, perché a breve dovranno uscire dal sistema di accoglienza in cui sono inseriti. Hanno un paio di settimane per trovare un’alternativa. Pur avendo tutte le carte in regola – una buona rete intorno a sé, permessi regolari, stipendi che gli permetterebbero di pagare regolarmente l’affitto – tramite agenzie non sono riusciti a trovare nessuno disposto ad affittargli una casa, sostanzialmente in ragione della loro provenienza (africa francofona).

Per questo vi chiedo lo sforzo di pensare a chi potrebbe avere un appartamento da affittare oppure di far girare questa mia informativa tra i vostri contatti. Se qualcosa andasse in porto sarebbe davvero una cosa ben fatta.

Grazie,

Luigi Monti

Il Papa Paolo VI ha detto di lui

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Paolo VI ha detto di don Alberione

 

Il 28 giugno 1969, Paolo VI riceve in udienza speciale Don Giacomo Alberione, anziano, che ormai ha ceduto le redini della sua opera ai figli e vive più di preghiera che di attività. Il Papa, ammiratore di lui da sempre, gli conferisce la Croce Pro Ecclesia et Pontifice.

Poi, davanti a un larga rappresentanza della Famiglia Paolina, tesse questo elogio:

“Eccolo: umile, silenzioso, instancabile, sempre vigile, sempre raccolto nei suoi pensieri, che corrono dalla preghiera all'opera (secondo la formula tradizionale: “ora et labora”), sempre intento a scrutare i “segni dei tempi”, cioè le più geniali forme di arrivare alle anime, il nostro Don Alberione ha dato alla Chiesa nuovi strumenti per esprimersi, nuovi mezzi per dare vigore e ampiezza al suo apostolato, nuova capacità e nuova coscienza della validità e della possibilità della sua missione nel mondo moderno e con mezzi moderni”.

Dove Siamo

"Fate a tutti la carità della verità"

Beato Giacomo Alberione 

Contatti

Indirizzo

Via III Febbraio 1831, 7, 41121 Modena MO

Telefono
+39 059 236853
Email

info@centroalberionemodena.it

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Contattaci